Interviste

7 cose da sapere sul tè

simona-milani
Foto del profilo di Anna
Autore Anna

Scopriamo con Simona Milani gli accorgimenti giusti per realizzare una tazza di tè a regola d’arte.

L’autrice del blog Pensieri e Pasticci (http://www.pensieriepasticci.ifood.it/) ci svela i segreti per gustare al meglio questo celebre infuso. E se siete curiosi di scoprire altre declinazioni di questa bevanda visitate la sua rubrica “In cucina con il tè”, nata dall’amicizia con l’esperta Gabriella Lombardi, dove ogni giorno vengono proposte ricette a base di tè, prelibatezze da non perdere!

Come scegliere il tè?
“Esistono diversi tipi di tè: la loro classificazione prende in considerazione tutte le varie forme di lavorazione e la provenienza. Ogni tipologia ha modalità e tempi di infusione differenti. Provate e scegliete quello che maggiormente vi piace. Utilizzate sempre un tè di ottima qualità. Sarebbe meglio preferire quello in foglie rispetto a quello in bustina che, anche se più comodo, spesso risulta di qualità inferiore”.

Quale acqua occorre utilizzare?
“Per realizzare un buon tè occorre un’acqua buona e limpida. Evitate l’acqua del rubinetto, spesso molto calcarea e dura, optando piuttosto per un’acqua minerale naturale”.

Quali sono gli accorgimenti indispensabili per preparare un buon tè?
“La regola di base dice di considerare un cucchiaino di tè e una tazza d’acqua per persona. Non appena l’acqua bolle, versatela sulle foglie di tè e lasciate in infusione per i tempi indicati in base alla tipologia (molto spesso intorno ai cinque minuti). Sarebbe sempre meglio scaldare la teiera prima di preparare il tè, risciacquandola con acqua ben calda, che poi butterete via prima di preparare la bevanda: in questo modo l’acqua per l’infusione rimarrà più calda e non si raffredderà entrando in contatto con la teiera. Una volta pronto il vostro tè, togliete subito le foglie, per non farlo diventare acido e troppo amaro”.

La teiera perfetta per l’infusione…
“Le teiere migliori sono quelle in porcellana o in ceramica, ma anche quelle in acciaio inossidabile e vetro sono buone. Sono ottime quelle dotate di un loro colino, che permette di raccogliere le foglie del tè quando viene messo in infusione. Nel caso in cui la vostra teiera ne fosse sprovvista, tuttavia, non disperate: vi basterà reperire un passino per filtrare al momento di versare la bevanda. Oggi sul mercato esistono anche dei praticissimi filtri in carta usa e getta, dove inserire le foglie prima dell’infusione”.

Zucchero, latte, limone… ciascuno ha la sua scuola. Qual è il miglior modo per assaporare il tè?
“I puristi del tè e i veri intenditori amano berlo senza alcun tipo di zucchero o dolcificante e, soprattutto, senza latte o limone, in modo da assaporarne appieno l’aroma”.

Come conservare il tè?
“Il tè assorbe facilmente l’umidità e i cattivi odori, quindi attenzione a come lo conservate; il modo migliore è tenerlo in una scatola di latta o di vetro ben chiusa e riposta in un luogo asciutto”.

Come possiamo ottenere una buona infusione a freddo?

“Basta mettere in acqua minerale fredda la giusta quantità di tè, (solitamente due cucchiai per ogni litro di acqua) lasciare in infusione in frigo per una notte intera (minimo otto ore) e al mattino seguente filtrare e gustare. È un procedimento molto semplice, che vi permetterà di ottenere ottime caraffe di tè freddo da bere d’estate”

7 cose da sapere sul tè ultima modifica: 2016-01-23T10:43:11+00:00 da Anna

Autore

Foto del profilo di Anna

Anna

Leave a Comment