Scuola di Cucina

Lezione 1: l’ uovo

uovo-sodo

SCUOLA DI CUCINA

Sono praticamente ovunque nella nostra cucina, perfette per una colazione robusta, per un secondo piatto veloce, ma anche come sostegno indispensabile per i nostri dolci, per le polpette e per moltissimi altri piatti della nostra tradizione: un conto preciso non è mai stato fatto, ma c’è chi sostiene che siano più di mille le ricette che includono l’uovo tra i principali ingredienti.

Ma veramente sappiamo come adoperarle al meglio?

COMPOSIZIONE
Le uova sono costituite da tre parti essenziali, come è facile osservare:
il guscio, l’albume e, al centro, il tuorlo.
Il guscio, con le membrane interne e la cuticola, rappresenta la principale barriera di protezione che difende il cuore dell’uovo dai batteri.
L’albume è un avvolge il tuorlo e lo mantiene sospeso e protetto.
È nel tuorlo che risiedono tutti i nutrienti e i grassi.

PULIZIA E CONSERVAZIONE
Non fatevi prendere dalla tentazione di lavare le uova appena arrivate a casa dal supermercato: rischiereste di distruggere la pellicola protettiva che avvolge il guscio permettendo ai batteri di penetrare all’interno.

Riponetele nel piano freddo del frigorifero (tra 0 e 4 °C) chiuse all’interno della loro stessa confezione (e non nei classici portauovo) per evitare che contaminino altri prodotti.

Prima di usarle, e solo un attimo prima di romperle, lavate accuratamente il guscio con acqua e bicarbonato.

FRESCO A COLPO D’OCCHIO
Ovviamente controlliamo la data di scadenza sulla confezione e cerchiamo di consumarli anche un po’ prima del giorno indicato.
Se poi vogliamo fare una prova, possiamo immergere l’uovo in un litro d’acqua con 100 g circa di sale.
Se l’uovo è vecchio, tenderà a salire a galla (perché avrà una camera d’aria molto estesa). In questo caso, non possiamo far altro che buttarlo via.
Se si deposita sul fondo, in orizzontale, invece significa che ha meno di 3 giorni.

COME CUCINARE UN UOVO
L’uovo è composto da acqua, per la maggior parte, proteine, vitamine e grassi.
Quando lo cuociamo dobbiamo far attenzione a non esagerare con i tempi
perché una cottura troppo prolungata potrebbe alterare la normale coagulazione,
e così l’albume risulterebbe gommoso e il tuorlo troppo secco.

TEMPI DI COTTURA
Uova da bere: 2 minuti in acqua a bollore.
Uova alla coque: 3 minuti in acqua a bollore.
Uova barzotte: 7 minuti in acqua bollente.
Uova sode: 10 minuti in acqua a bollore.
Sempre e comunque immergetele in acqua freddissima dopo averle cotte.

L’UOVO E LA DIETA
In una dieta equilibrata è consigliabile mangiare l’uovo 1 – 2 volte alla settimana come piatto finito. Lo troviamo infatti in una serie di altre preparazioni delle quali dobbiamo comunque conto nell’equilibrio proteico generale della settimana.

FA INGRASSARE ?
Non è un alimento particolarmente calorico, per questo motivo è consigliato anche nei regimi dietetici dimagranti. Contiene molti grassi, colesterolo in primis. Ma l’importante, come sempre, è non esagerare. L’essenziale è scegliere metodi di cottura che tengano più possibile crudo il tuorlo, come le uova alla coque o barzotte.

PICCOLI CONSIGLI
1. Se per la vostra ricetta avete bisogno di separare il tuorlo dall’albume, fatelo quando le uova sono ancora fredde. Riuscirete più facilmente. Lasciatele poi assestare alla temperatura ambiente prima di utlizzarle.

2. Per qualunque ricetta dobbiate preparare, vi consigliamo di usare le uova a temperatura ambiente.

PRATICA

PER MANI PIU' ESPERTE

Lezione 1: l’ uovo ultima modifica: 2015-11-19T12:49:22+00:00 da Rossella Guarracino

Autore

Foto del profilo di Rossella Guarracino

Rossella Guarracino

Leave a Comment