Benessere & bellezza / Febbraio 17, 2021

I nei simbolo di bellezza

C’è chi li ama e li esalta, e chi li detesta e tenta di nasconderli. In ogni caso, i nei conferiscono carattere e personalità e sono un tratto distintivo del proprio aspetto fisico. Qual è il significato in base alla posizione sul viso e sul corpo? Scopriamolo insieme. 

 

La “Mappa della bellezza” dei nei

Ogni neo esprime un messaggio diverso, a seconda della sua collocazione. C’era una scienza nota come “Nevologia” che aveva redatto una vera e propria mappa della bellezza dei nevi, in base alle teorie di Girolamo Cardano. I nei ai lati delle labbra indicano sensualità e orgoglio, mentre quelli sulla fronte sono tipici di una persona dal carattere impulsivo. Se collocato sulla palpebra destra indica sensibilità, sulla palpebra sinistra invece suscettibilità. Sulla guancia un neo è simbolo di malinconia, ma anche di successo. Sulla punta del naso il neo è segno di sincerità e lealtà, mentre sul mento di concretezza. Sui fianchi i nei indicano una sensualità spiccata, mentre sulle natiche sono simbolo di malizia. Sul petto i nei indicano un temperamento pigro e instabilità emotiva. Sulla coscia, invece, simboleggiano gelosia, passionalità e all’inguine salute cagionevole.

 

Storia dei nei nel corso dei secoli

Tante sono le leggende intorno ai nevi. Secondo un mito greco, alcune divinità, gelose della bellezza degli esseri umani, decisero di deturparli con questi segni distintivi per distinguerli per sempre da loro. Altre leggende invece collegano i nei all’astrologia e più precisamente alle costellazioni celesti. 

Se alcune star di Hollywood hanno reso i nei un emblema di sensualità, in passato avere i nei non era affatto un vanto. Nel Medioevo avere nevi visibili era una vera e propria “sentenza di morte”. I nevi, così come le voglie, erano considerati simboli del demonio e segni di possessione demoniaca. Le donne che possedevano l’occhio del diavolo (il neo) era accusate di stregoneria e bruciate sul rogo. Le cose cambiarono solo nel XVIII secolo. Alla corte del Re Sole i nei iniziarono a comparire sulle scollature e sul viso ed erano un vezzo estetico nonché un simbolo di status sociale elevato. Chi aveva la fortuna di possedere nei dalla nascita li accentuava, chi invece ne era sprovvisto ricorreva a “nevi posticci” di seta, chiffon, taffetà, velluto. A ricorrere alla moda dei nei finti non era solo le donne, ma anche gli uomini.

In tempi più recenti molte star dello showbiz internazionale hanno fatto di queste piccole imperfezioni della pelle un punto di forza e un trampolino di lancio per la propria carriera (come Marilyn, Liz Taylor, Virna Lisa e Eva Mendes). Ricordiamo però che non sempre i nevi sono di natura benigna e che è meglio effettuare un periodo controllo dermatologico. 

 

m.s.

 

Comments (0)

Leave a Reply