Style / Febbraio 7, 2021

La moda degli anni ’20

La moda degli anni ‘20 è quella degli anni ruggenti, ossia degli anni dell’immediato dopoguerra caratterizzati da una prima rivoluzione culturale e da un forte desiderio di rinascita. Si tratta di un periodo storico in cui le donne non sono più quelle di un tempo, ma desiderano studiare, emanciparsi, bere e fumare. Le “curve” non vanno più di moda e i corpi filiformi sono il modello d’ispirazione. I capelli si accorciano, gli abiti non segnano più la vita e sono comodi, pratici, leggeri, scollati, perfetti per ballare il Charleston nei locali. Le gambe sono scoperte ma nascoste strategicamente da frange. Per la prima volta nella storia le donne mostrano le caviglie in pubblico. 

 

Caratteristiche della moda anni ’20 

Modernità e funzionalità sono le due parole chiave della moda degli anni ‘20 del Novecento. Le donne abbandonano i bustini e per la prima volta nella storia si tagliano i capelli, lasciando scoperto il collo e dando libero sfogo alla loro sensualità. Finalmente il guardaroba si semplifica. La donna degli anni ‘20 non ha più bisogno della cameriera per vestirsi, gli abiti sono facili da indossare e più destrutturati. Anche gli accessori sono importanti: un lunghissimo filo di perla e un cappello a cloche sono essenziali per un look alla moda. Per la versione da sera gli abiti semplicissimi di questo decennio si arricchiscono di perline, frange, ricami preziosi. Sul capo, abbandonate le acconciature elaborate del secolo scorso, si prediligono le fasce preziose, ricamate, con strass, perle o persino piume. 

La particolarità degli abiti in voga all’epoca è la cintura abbassata rispetto alla vita naturale. Un altro capo tipico della moda anni ‘20 è la camicetta con scollo alla marinara, indossata con una gonna a pieghe e un cardigan. Da non dimenticare è poi l’abitino nero, Abito Ford, inventato da Coco Chanel proprio in questo decennio. 

 

Il jazz e le “Flappers” 

Da oltreoceano, dagli USA, un nuovo genere musicale conquista il mondo: il jazz. Le ragazze adorano frequentare i locali dove suonano il jazz e scatenarsi in pista con abiti corti e sfrangiati. È l’epoca delle Flappers, ragazze “spregiudicate” che fumano in pubblico, portano i capelli corti e vestono à la garçonne (con abiti maschili). 

 

m.s.

 

Comments (0)

Leave a Reply