Style / Febbraio 15, 2021

Versace e Medusa: la moda che pietrifica

Chi non conosce il simbolo della maison Versace, la famosa medusa stilizzata incisa in un cerchio dalla bordatura greca? È una scelta singolare, spesso contestata, ma che si è rivelata vincente e ha consacrato per sempre il brand Versace nell’Olimpo della moda. Ma perché Gianni Versace scelse proprio Medusa? Scopriamolo insieme.

 

La storia del logo Versace 

Pochi sanno che inizialmente il logo della maison Versace era costituito solo dal nome del suo fondatore stilizzato: Gianni Versace. Nel 1980, a due anni dalla fondazione del brand, il primo logo scelto utilizzava come font l’Avant Garde light. L’effetto era elegante, ma la scritta non facilmente leggibile. Nel 1990 fu cambiato il font con “Radiant medium”, il tratto era pulito e la scritta più incisiva e marcata, segno di un’identità del brand oramai consolidata. L’iconica testa di Medusa compare solo nel logo lanciato nel 1993. Da quel momento non è mai stato più cambiato e ancora oggi è la prima cosa che ci viene alla mente quando pensiamo al brand Versace.

 

Cosa significa la Medusa del logo Versace? 

Gianni Versace era cresciuto a Roma, in un luogo intriso di storia, mito e storie antiche. La prima volta che vide Medusa era solo un bambino, come dichiarò egli stesso, e la figura vista sul pavimento di un’antica dimora romana, rimase per sempre impressa nella sua memoria e lo colpì profondamente. Era affascinato dal mito di Medusa, la bellissima fanciulla che sedusse Poseidone nel tempio di Atena, suscitando l’ira della dea che la tramutò in un terribile mostro con capelli di serpi che avrebbe pietrificato chiunque l’avesse guardata. 

Per Versace, la moda pietrifica, ecco perché sceglie come logo Medusa. Dietro quest’immagine c’è un universo simbolico interessante. Sicuramente c’è l’omaggio di Versace alla gloriosa civiltà della Magna Grecia, un’eredità visibile anche nello stile degli abiti. Medusa è anche un simbolo di buon auspicio. La parola deriva dal greco e significa protettrice, quindi scegliendo quel logo il fondatore auspicava un glorioso futuro per la sua Maison.  

 

m.s.

 

Comments (0)

Leave a Reply