Our best services

Features

Branding

Disegniamo strategie di posizionamento e comunicazione per brand nascenti o già affermati. I nostri specialisti lavorano su naming, brand analysis, brand strategy.

+

Above | below the line

Creiamo sistemi di identità visiva per enti e aziende attraverso la progettazione di marchi, immagine coordinata e azioni di above e below the line.

+

Press

Diffondiamo sui canali d’informazione, tradizionali e web, notizie utili ad aumentare la visibilità di un marchio e promuoverne l’attività.

+

Public Relations

Miglioriamo e consolidiamo l’immagine aziendale creando una rete di contatti e relazioni positive con tutti gli attori significativi del settore di riferimento.

+

Event Management

Organizziamo eventi e incontri su temi specifici per coinvolgere gli stakeholder dando dinamismo ed energia alla comunicazione aziendale.

+

Digital Services

Creiamo contenuti visivi e redazionali di valore e personalizzati per ciascuna azienda per valorizzare i brand e la loro reputazione online.

+

Book | CookBook

Oggetti belli da guardare e da possedere. I libri Malvarosa sono ideali per la celebrazione di occasioni importanti, ma anche come strenne.

+

Website

Progettiamo website con stile e funzionalità per esprimere al meglio le esigenze di enti e aziende puntando su immediatezza, estetica ed efficienza.

+

COSTRUIAMO RELAZIONI SOLIDE E DURATURE


Il successo di un’agenzia di comunicazione non arriva mai per caso, ma si basa su: professionalità, esperienza, passione ed empatia.

Prioritario per noi è il pieno raggiungimento degli obiettivi di crescita definiti e attuati per ognuno dei nostri clienti.



Who we are

Malvarosa è un’agenzia di alto profilo qualitativo che opera per aziende leader nei settori del food, del turismo, della cultura, della bellezza, dello stile di vita, dell'arte e del design. Il team è composto da esperti di marketing, giornalisti e creativi capaci di progettare soluzioni tagliate su misura per ogni cliente ed efficaci sia per la stampa che per il web.

  • Style

    Malvarosa #tuttounaltrostile. Non è un caso se per rappresentare la nostra agenzia abbiamo scelto questo hashtag. Il nostro intento è costruire immagini di successo, con supporti di altissima qualità estetica, ma coerenti e concreti allo stesso tempo. Abbinare buon gusto e sostanza: questo l’obiettivo per ognuna delle aziende che seguiamo, valorizzandone al massimo le caratteristiche.

  • Photo

    Laroriamo da sempre con i migliori fotografi professionisti perché è attraverso gli scatti più belli che riusciamo a raccontare, con immediatezza, le storie di aziende e professioni. Ogni messaggio, post o articolo, sito web o blog, espande al meglio il suo potere comunicativo se s’accompagna a un’immagine, coerente e di qualità.

  • Reading

    Scrivere è viaggiare senza avere bagagli. Le parole sono emozioni che corrono dal cuore alla penna e dal mare della mente al mondo digitale. L’arte di scrivere consiste nel far dimenticare al lettore che ci stiamo servendo di parole e nel trasmettere un’emozione tale che si imprima tra la pelle e il cuore forte come un ricordo. La nostra redazione è formata da giornalisti professionisti, web editor Seo Specialist e blogger di settore.

Our Works

Porfolio

Pizza

Books
+

Salvo & Friends

Public Relations
+

Di martino

Public Relations
+

From the blog

News

Olio di monoi: benefici e proprietà

L’olio di monoi è un antico elisir di bellezza che proviene dalle terre calde esotiche. Infatti viene ricavato dai fiori di tiarè (ossia della gardenia tahitiana) e dalla spremitura a freddo della polpa di cocco essiccata al sole. Non è una scoperta recente, ma un antico rituale sacro di bellezza noto sin dall’antichità per i benefici non solo del corpo, ma anche della mente. 

 

I benefici dell’olio di monoi

Si tratta di un olio formidabile per la pelle che la rende tonica, elastica ed esteticamente bella, essendo ricco di vitamina E, antiossidanti e acido ferulico. in estate viene usato per favorire l’abbronzatura e prevenire la disidratazione della pelle dovuta alla salsedine, ma anche per proteggere i capelli dai raggi solari ed idratarli. Applicato sui capelli sia asciutti che bagnati previene le doppie punte e idrata al pari di una maschera super nutriente. L’ideale è lasciarlo in posa come impacco sulla testa per 20 minuti circa una volta a settimana. Viene usato l’olio di tiarè anche in caso di eczema, infiammazioni, prurito ed irritazioni della pelle. Spesso viene consigliato anche per curare e prevenire le smagliature poiché aiuta la pelle a rimanere elastica e soda. Viene usato comunemente nei pediluvi ad effetto emolliente in aggiunta a zucchero di canna o sale grosso. Infine può essere applicato sul viso come routine antirughe quotidiana. C’è anche chi usa l’olio di tiarè come struccanti occhi delicato e chi lo preferisce all’olio di mandorle come olio da massaggio corpo.

Una particolarità dell’olio di tiarè è che si solidifica al di sotto dei 25° quindi viene usato nel nostro paese principalmente d’estate. 

 

m.s. 

 

Olio di mandorle: proprietà e ricette

L’olio di mandorle dolci è un vero e proprio elisir di bellezza usato già nell’antichità dalle donne nella loro beauty routine. Ma cos’è che rende questo olio così straordinario per la pelle? Scopriamolo insieme.

 

Proprietà 

L’olio di mandorle dolci si ricava tramite la spremitura a freddo della mandorla, ovvero il frutto del mandorlo (Prunus Amygdalus Dulcis), un albero originario dell’Asia, ma attualmente diffuso in tutto il bacino del Mediterraneo. Molto importante è controllare al momento dell’acquisto in erboristeria l’INCI del prodotto, ovvero la lista ingredienti (l’unico ingrediente deve essere l’olio di Prunus Amygdalus Dulcis, senza profumi o altro) e che l’olio sia ottenuto mediante spremitura a freddo perché solo così restano intatte le proprietà del frutto. L’olio di mandorle è un ottimo anti-ossidante, antirughe e anti-smagliature. Viene comunemente usato per rassodare ed elasticizzare la pelle di gambe, addome e glutei. Si tratta di un olio ricco di vitamina E, A e D, acido linoleico e oleico. Viene usato assoluto per sfruttare al meglio le sue proprietà, ma anche aggiunto a cremi corpo e viso per il suo effetto elasticizzante e anti-invecchiamento. 

Pochi sanno che è un ottimo rimedio anti-occhiaie: basta usarlo poche gocce la sera prima di dormire nella zona contorno occhi per almeno 15 giorni per vedere subito i risultati. 

 

Benefici 

L’ideale è applicare l’olio di mandorle sulla pelle umida subito dopo la doccia (o ancor meglio dopo uno scrub corpo) ogni sera per un periodo continuativo per avere una pelle morbida, elastica, visivamente bella e radiosa. Oltre a prevenire le rughe, migliorare l’elasticità della pelle ed idratarla in profondità, questo olio può essere usato per massaggi corpo rilassante o usato come struccante applicandolo su dischetti di cotone. Inoltre può essere utilizzato per rafforzare le unghie delle mani ed ammorbidire le cuticole e anche come maschera capelli come rimedio anticaduta. 

 

Ricette di bellezza 

L’olio di mandorle può essere usato come elisir di bellezza in aggiunta ad altri ingredienti naturali per veri e propri rituali di bellezza fai da te quotidiani. Per esempio per realizzare un favoloso scrub corpo basta unire zucchero di canna ed olio di mandorle. Per creare una maschera viso idratante basta mescolare miele, avocado e olio di mandorle dolci e tenerla in posa per 20 minuti e poi risciacquare con abbondante acqua tiepida. Per idratare le labbra screpolate basta usare un mix di olio di mandorle e miele.

 

m.s.

 

Le acconciature femminili nella storia

Le acconciature femminili e i tagli non sono stati sempre gli stessi, ma si sono evoluti nel corso del tempo. Chignon, trecce, boccoli, capelli raccolti o sciolti, lisci o mossi, carrè o taglio scalato: esiste senza dubbio l’acconciatura perfetta per ogni donna e per ogni occasione. La pettinatura giusta è quella che rende una donna sicura di sé e la fa sentire bella e disinvolta. A volte basta una pettinatura per rendere elegante anche il più semplice degli abiti, come un tubino nero abbinato a un chignon alto, così come una chioma mossa e sciolta dà subito l’aria ribelle e sbarazzina. 

Le acconciature femminili nell’antichità

Nell’Antico Egitto l’acconciatura era sinonimo di status sociale. Le donne erano solite radersi i capelli (per motivi igienici) e indossare parrucche nere o blu di trecce ed ornare il capo con nastri e fiori di loto. Nell’antica Grecia le donne ci tenevano a pettinare bene i loro capelli, per distinguersi dalle donne “barbare” (ossia forestiere). Solitamente tenevano i capelli ricci ma ordinati con boccoli raccolti sulla nuca. Le acconciature femminili erano rigide e simmetriche. Le donne erano solite schiarirsi i capelli con soda, sapone di olio e soluzioni alcaline fenicie. Nella Roma imperiale, invece, le fanciulle non avevano la riga centrale e raccoglievano i capelli arricciati in massa legandoli con un nastro, in una sorta di coda bassa. Le matrone cambiavano acconciatura a seconda della moda ed avevano schiave specializzate esclusivamente nella cura dei loro capelli. Solitamente le donne di alto rango avevano i capelli raccolti in acconciature molto complesse ed arricchite da spille e diademi.

Le acconciature femminili nel Novecento

Facendo un salto avanti nel tempo e nei secoli, una grande svolta nella storia delle acconciature si ebbe negli anni ‘20 del ‘900. Nell’aria c’erano grandi cambiamenti e le donne avevano voglia di scoprirsi (non solo le caviglie e le gambe, ma anche il collo). Ecco perché il bob divenne il taglio alla moda e per la prima volta nella storia le donne tagliarono i capelli in un caschetto cortissimo liscio o mosso. Solitamente le acconciature erano arricchite con fasce, strass, piume e perle. 

Negli anni ’40 la moda hollywoodiana imponeva invece alle donne capelli mossi e vaporosi portati all’altezza delle spalle. Negli anni ‘60 fu la volta delle acconciature XXL al alveare, dei capelli cotonati e delle chiome super voluminose. Negli anni ‘70 si torna ad acconciature sobrie, ma prendono piede le colorazioni per capelli a prezzo accessibile. Ecco perché esplose la moda del biondo platino per tutte. Negli anni ‘90 spopolavano invece i colpi di sole e le meches, i tagli scalati e sbarazzini e l’effetto “look bagnato”. Gli anni Duemila vedono il boom dei capelli lisci e lunghissimi e il ricorso quotidiano alla piastra e alle extension. 

 

m.s.